La Doula – Intervista a Tea D’Agata

Hai mai sentito parlare della Doula? Io sono sempre stata affascinata da queste meravigliose Donne, che mettono le loro conoscenze e anche la loro vita al servizio delle Madri.

Con questa intervista apro il progetto “Universo Donna“, dove una volta al mese ti farò conoscere delle Donne che hanno fatto della loro passione un lavoro e che con questo aiutano l’universo femminile in vari aspetti della vita.

Oggi voglio presentarti Tea D’Agata, Doula e Donna meravigliosa che ho il piacere di conoscere personalmente.

Dove e quando nasce la figura della Doula? Chi è e cosa fa esattamente la Doula?

Il termine Doula deriva dal greco, la Doula era la serva della madre, una donna che sin dall’antichità forniva il suo supporto a un’altra donna.

Si occupava del benessere della padrona, assistendola durante il parto, dando sostegno emotivo e pratico (come Galati, la Doula di Alcmena durante la nascita di Eracle, figlio di Zeus). Ed è ancora così.

La Doula è un’assistente per la madre, che accompagna durante la gravidanza, nel travaglio, nel parto e nel post parto.

Poniamo la figura della Doula a confronto con quella di ostetrica: sono alleate o antagoniste? In cosa si differenziano?

La Doula è una figura professionale non sanitaria regolamentata dalla legge 4 del 14 gennaio 2013.

La Doula non può e non vuole sostituirsi a medici e ostetriche, ma collaborare con esse, affinché la madre possa essere la protagonista del proprio parto, e vivere la maternità positivamente, con un adeguato sostegno e consapevolezza.

In quale momento di vita della neo-mamma consigli il supporto della Doula e perché?

Avere una donna alla pari che ti guarda e ti ascolta senza giudizio, che si prende cura di te, che ti protegge dai condizionamenti esterni può davvero fare la differenza in ogni momento della maternità. 

In gravidanza l’aiuto può essere l’andare insieme alle visite mediche, l’orientamento su decisioni su cui è necessario riflettere, un appoggio per gli sfoghi e i dubbi, fornisce informazioni, aiuta la coppia a imparare a prendersi cura della famiglia in divenire, può aiutare negli acquisti per il bambino, aiuta a sistemare la casa.

Nel travaglio e nel parto, la Doula accompagna la coppia in modo continuativo creando un perfetto lavoro di squadra, offre la totale reperibilità’, ed è utilissima quando si rientra a casa dopo la nascita.

I primi giorni è un prezioso aiuto, per l’allattamento, può preparare i pasti, fare le faccende di casa e sbrigare le commissioni, aiutare la madre a fare una doccia o riposare, e aiuta il papà ad entrare nel suo ruolo. 

Cosa ne pensano i papà? Non hanno paura di essere estromessi?

Quando nasce un bambino nasce anche un papà, e la Doula è un collante che aiuta la coppia a vivere questo momento insieme.

Anche i papà vanno informati e preparati per uno degli eventi più memorabili della loro vita, e meritano di essere ascoltati e supportati.

Come Doula non estrometto, ma anzi includo e contemplo i papà in ogni incontro, per prepararli al parto, quindi lavorando sulle posizioni e la respirazione, e al post parto e l’organizzazione della casa e della cura dopo la nascita.

Evidenze scientifiche?

Secondo i dati riportati su pubmed, nei parti supportati dalla Doula si riducono la durata del travaglio e la possibilità che insorgano complicazioni.

Inoltre si riduce:

●del 60% la richiesta di analgesia epidurale;
●del 50% il ricorso al cesareo;
●del 30% il ricorso all’anestesia.

Pare, secondo tali dati, che il suo supporto attutisce il “trauma” del rientro a casa e la depressione dopo il parto, facilitando un avvio sereno delle nuove dinamiche familiari. Confortate da una presenza esperta e affidabile che dà loro aiuto e ascolto, le mamme si sentono meno angosciate e sole.

Come interviene durante il travaglio?

Durante il travaglio e il parto la Doula è costantemente vicina alla donna e al suo compagno.

Usa tecniche per alleviare il dolore usando la respirazione e le visualizzazioni, i massaggi, la voce, il rilassamento, offrendo rassicurazione alla madre, assicurandosi che i suoi desideri siano rispettati.

Come si concretizza l’aiuto della Doula durante il puerperio?

La Doula sostiene emotivamente offrendo la possibilità di rielaborare il parto, aiuta nelle mansioni domestiche, cucina, fa la spesa, accompagna i figli più grandi, e permette alla mamma di concedersi del tempo per sé.

Aiuta la coppia ad adattarsi al cambiamento di vita (sonno-veglia, orari, ritmi) sia emotivamente che concretamente badando al neonato per consentire momenti di riposo.

Ma vivi in casa con la famiglia? Per quanto tempo sei presente?

Capita che alcune famiglie mi chiedano di restare a dormire la notte per poter riposare. Non c’è un tempo stabilito, ogni famiglia è differente, e trovata la loro indipendenza, ci lasciamo gradualmente.

Quale rapporto si instaura  tra la Doula, la mamma e il bambino?

La Doula è una donna che crede in un’altra donna, che ti aiuta ad orientarti e a trovare le tue qualità e i tuoi punti di forza. Non ti sostituisce ma ti eleva, come donna, nella tua trasformazione di madre.

Con alcune delle mamme che ho accompagnato sono diventata amica, con altre ci sentiamo, ma portiamo sempre un bel ricordo.

Qual è una risorsa importante che non viene sfruttata appieno in gravidanza e con i bambini?

Raramente ci si fida della donna e delle sue capacità e troppi dispensano consigli e indicazioni.

Se solo provassimo ad avere più fiducia nelle donne, nella nostra forza, nel nostro coraggio, potremmo vivere la maternità con più consapevolezza e serenità.

Organizzi anche cerimonie di “blessingway”. Di cosa si tratta esattamente?

Si, per le mamme in gravidanza propongo il blessingway, una festa per celebrare la futura madre, organizzata dalle donne a lei vicine: amiche, madri e parenti, si ritrovano insieme per festeggiare la.futura madre, in una cerimonia al femminile, in cui la futura madre è la protagonista.

A molte donne piacerebbe appoggiarsi ad una Doula, ma temono l’aspetto economico. Quanto costa questo servizio?

Dipende dalla formazione, dal servizio richiesto e dal luogo.

I prezzi variano in base alla regione di appartenenza e alla formazione.

L’accompagnamento per il parto con la reperibilità, può costare dai 400 ai 600 euro.

Come sei diventata Doula? Cosa consiglieresti a tutte le donne che stanno pensando di intraprendere il tuo stesso percorso?

Sono una Doula di “Mondo Doula“, con una formazione per la cura per il parto e il post parto con Nicola Goodall.

A chi vuole intraprendere questo percorso consiglio di mettersi in gioco, studiare e seguire il proprio istinto.

Grazie Tea per avermi concesso questa meravigliosa intervista, per far conoscere a quante più Donne possibili il tuo lavoro e come si possa veramente scegliere.

Puoi contattare Tea qui:

Sito Web: https://www.feminasacra.com/

Facebook: https://www.facebook.com/magicadoula/

Instagram: http://www.instagram.com/magicadoula/

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *